Barbara Bove Angeretti

consulente per il sonno e l’educazione empatica 

CONSULENZA PER IL SONNO

CONSULENZA PER L'EDUCAZIONE EMPATICA

bba@barbaraboveangeretti.it    –    tel: 3460119002  (anche Whatsapp)

Da anni mi interesso della fisiologia del sonno dei bimbi, precisamente da quando è nata la mia prima figlia, che per i primi 12 mesi della sua vita non ha mai dormito più di 2 ore consecutive. Ero ovviamente stanchissima fisicamente, psicologicamente e a livello emotivo, ma a quel punto ero determinata a capire di più sul sonno dei bambini, studiandolo dal punto di vista antropologico, etologico e storico. Ho seguito diversi corsi di formazione, tra cui quello sull’allattamento al seno secondo le linee guida OMS e UNICEF, che mi hanno portato a studiare in special modo la fisiologia del sonno dei bimbi allattati. Le mie ricerche mi hanno portato a comprendere le ragioni per cui madre natura ha “programmato” in questo modo il sonno dei bimbi, con i frequenti risvegli che molte madri sperimentano e che sono spesso fonte di incomprensione, rabbia, frustrazione e non ultima la stanchezza.

Io non propongo alcun metodo, è bene chiarirlo subito: Il sonno ai bambini non si insegna, è una competenza che acquisiscono al momento giusto, che può essere diverso per ogni bimbo.

Il “segreto” è arrivare al traguardo delle 8/10 ore di fila trovando un equilibrio che permetta a tutta la famiglia di vivere serenamente e nel rispetto dei bisogni di tutti. Un bimbo ha bisogno della mamma (o del caregiver di riferimento) e la mamma ha bisogno di essere supportata e di avere fiducia nelle proprie capacità e competenze.

Il mio obiettivo è aiutare la famiglia a gestire l’addormentamento e i risvegli fisiologici del bimbo nel rispetto dei suoi bisogni, senza un metodo preconfezionato, sicuramente senza lasciarlo mai piangere, senza ignorarlo, ma portando la mia esperienza per trovare un equilibrio condiviso.

Per me parole come “vizi”, “capricci”, “cattive abitudini” riferite a un bimbo non hanno alcun senso! Queste sono parole che usiamo noi adulti per riferirci alle richieste del bimbo quando non le capiamo. Comprendere le dinamiche che regolano i piccoli è il primo passo necessario per ristabilire armonia e serenità.